Anela

Fisco: aziende autoricambi evadono 2 mln

Due milioni di euro evasi al fisco da aziende di autoricambi con un sistema di evasione fiscale diffuso nella provincia di Nuoro che è stato scoperto dalla Guardia di Finanza della Brigata di Bosa Marina. L'operazione, denominata Privato 4X4, che ha portato alla luce la maxi evasione relativa a quattro anni di operazioni commerciali ed economiche delle aziende controllate. Nel corso delle indagini i militari delle Fiamme gialle hanno individuato una contabilità parallela a quella ufficiale, gestita mediante codificazioni e criptodati inerenti ai soggetti coinvolti nel sistema di evasione fiscale. In particolare, le aziende di autoricambi utilizzavano un software gestionale, legale e normalmente in commercio, con il quale venivano gestite le cosiddette "schede cliente", con nominativo e partita Iva dell'autoriparatore, per le compravendite regolarmente fatturate. Parallelamente a questo era stato creato un sottoarchivio, accessibile esclusivamente mediante codici, nel quale erano contenute le "schede cliente" inerenti alle compravendite in nero non fatturate della clientela e codificate con un nominativo criptato. L'operazione, che ha permesso di individuare oltre 30 clienti che effettuavano acquisti di merce "in nero", si è conclusa con la contestazione di oltre 2 milioni di euro di imponibile recuperato a tassazione, violazioni complessive all'Iva per oltre 500mila euro e la richiesta all'amministrazione finanziaria dell'applicazione delle misure cautelari sulle disponibilità patrimoniali degli imprenditori coinvolti per garantire le casse dell'erario. L'operazione Privato 4X4 si inquadra nel piano di intensificazione delle attività di polizia economico-finanziaria disposte dal Comando Provinciale di Nuoro a contrasto delle forme più gravi e diffuse di evasione fiscale. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie